Pannelli che producono senza sole? Parliamone….

Oggi voglio parlarti dell’ultima frontiera che riguarda il fotovoltaico.

I pannelli che producono senza sole.

Di fronte a questa affermazione, chi si occupa in modo serio e professionale di fotovoltaico, sarà saltato sulla sedia.

Eppure sempre più spesso mi capita di confrontarmi con dei clienti che mi parlano di questi pannelli.

Sono in circolazione alcuni venditori di impianti fotovoltaici che promettono che i loro impianti produrranno in tutte le condizioni. I loro pannelli non necessariamente hanno bisogno di sole ma per loro è sufficiente un po’ di “luce” per avere una produzione soddisfacente.

Dopo l’ennesimo cliente che mi parla di questo, ho deciso di scrivere questo post, per chiarire un po’ di cose su questo argomento……

Cominciamo col dire che il pannello fotovoltaico ha la funzione di trasformare una energia che arriva sotto forma di radiazione solare, in energia elettrica. Ma un pannello non può produrre se non arriva l’energia del sole….

Se hai qualche ricordo scolastico, potrei citarti una delle principali leggi della fisica: « Nulla si crea, nulla si distrugge, tutto si trasforma ». (Antoine de Lavoisier).

La produzione di un impianto è proporzionale all’energia solare che arriva sulla superficie del pannello. La cella fotovoltaica trasforma questa energia in elettricità. Maggiore sarà l’intensità della radiazione solare e maggiore sarà la produzione elettrica.

Se l’energia del sole non arriva, perché è coperta da nuvole, oppure c’è un ostacolo, oppure arriva con un angolo troppo grande rispetto alla superficie della cella, il pannello non potrà ricavare energia elettrica. E’ una legge fisica e nessuno ci può fare nulla, neanche il miglior venditore di fotovoltaico :-).

L’unica cosa che si può concedere, è che ci sono alcune tecnologie di celle che consentono di ricavare qualche punto percentuale in più di energia rispetto ad altri tipi di cella a parità di condizioni.

Alcune celle trasformano con più efficienza la radiazione solare, altre godono di migliori coefficienti termici e quindi risentono meno degli effetti negativi dell’alta temperatura. Il tutto però è contenuto in pochi punti percentuali e quindi lontano da quanto promesso da certi personaggi.

A prova di quanto sto affermando, considera che nessun produttore di pannelli si è mai azzardato a scrivere nelle sue schede tecniche che i pannelli producono anche in condizioni di scarso irraggiamento. Si prenderebbero delle sonore pernacchie.

Devi essere consapevole che nelle giornate piovose, o di nebbia, il tuo impianto andrà a produrre poco. Nella foto quì a fianco, puoi vedere il tipico andamento della produzione durante l’anno; basse produzioni nei tre mesi invernali e poi aumento sensibile negli altri mesi. E’ comunque una situazione che consente forti risparmi in bolletta e rapidi ritorni dell’investimento.

Quindi, se qualcuno vuole venderti un pannello miracoloso, un pannello che produce senza sole, che produce sempre, basta che “ci sia luce”, ora sai come stanno veramente le cose; accompagnalo alla porta e rivolgiti altrove.

La tecnologia in questo campo è in continuo sviluppo, si migliorano continuamente i materiali e le tecniche. La tendenza è sicuramente quella di avere maggiori efficienze, più affidabilità, e costi inferiori; ma bisogna restare con i piedi per terra.

Se reputi interessante questo articolo, condividilo con i tuoi amici. Se hai domande o considerazioni, puoi commentare qui sotto…

Alla prossima!!

By | 2018-03-11T19:13:01+00:00 marzo 11th, 2018|Tecnologie|

2 Commenti

  1. Maurizio 30 marzo 2018 at 19:36 - Reply

    Sei un grande Marino da il tuo ex collega Maurizio

    • Marino Coppo 30 marzo 2018 at 22:46 - Reply

      Grazie mille Maurizio….molto gentile

Lascia Un Commento