fbpx

Gateway di Tesla: tutto quello che c'è da sapere

Gateway di Tesla: tutto quello che c'è da sapere.

La batteria Tesla è senza dubbio il prodotto di riferimento per tutto il mercato quando si parla di sistemi di accumulo per fotovoltaico. E’ un prodotto facilmente riconoscibile e presente nella offerta commerciale di tutte le aziende più importanti specializzate nel fotovoltaico.

Noto però che la comunicazione che riguarda questo prodotto è poi sempre la stessa e quasi nessuno ne spiega le caratteristiche tecniche.

Ecco perchè oggi vorrei parlarti del Gateway di Tesla.

È un componente fondamentale del sistema di accumulo Tesla ed è sempre presente quando viene installata una batteria Tesla Powerwall 2. Ma cos’è esattamente il Gateway di Tesla? Com’è fatto? A cosa serve? Continua a leggere; ti spiegherò esattamente la sua funzione e quali varianti sono disponibili per il tuo impianto…

Vorrei andare ancora più nel dettaglio per farti capire le potenzialità di questo componente.

Il Gateway di Tesla è sempre presente quando viene installata una batteria Tesla Powerwall 2. Infatti, il Gateway, possiamo definirlo come il cervello di tutto il sistema. Raccoglie i dati provenienti dai sensori di impianto, li interpreta e regola di conseguenza il funzionamento della batteria. È sempre il Gateway che trasmette poi i dati al portale di monitoraggio per renderli poi disponibili al cliente finale tramite l’APP.

Esteticamente si presenta come un banale quadretto elettrico, ma dentro è un concentrato di tecnologia. Il Gateway di Tesla infatti, gestisce i dati provenienti dai sensori installati sull’impianto; in particolare rileva la produzione dell’impianto fotovoltaico e l’energia consumata in casa in modo da regolare la carica/scarica della batteria in funzione dell’energia disponibile.

Il gateway ha quindi un collegamento dati diretto con la batteria Powerwall 2 per comandare il suo funzionamento. Un singolo Gateway può gestire fino a 10 batterie contemporaneamente.

Il Gateway di Tesla è molto flessibile e si adatta a molteplici situazioni impiantistiche; può gestire dal classico sistema domestico monofase fino al grosso sistema di accumulo industriale su rete trifase.

È fondamentale poi avere una connessione ad internet del sistema. Il Gateway è quindi dotato di una triplice possibilità di connessione: tramite LAN, tramite wifi e tramite rete cellulare con SIM Tesla già presente nel Gateway.

È il gateway che si occupa di trasmettere i dati di funzionamento al portale Tesla per il monitoraggio da remoto, ma è anche in grado di ricevere gli aggiornamenti software che periodicamente Tesla può lanciare per adeguare o aggiornare nel tempo il funzionamento delle batterie installate.

Ora passo a parlarti del Gateway 2, arrivato sul mercato da marzo 2020. È una variante del classico Gateway di Tesla ed unisce alle sue classiche funzioni, quella della così detta funzione backup.

Il Gateway 2 ti permette di sfruttare l’energia accumulata nella tua batteria Tesla anche in caso di blackout. Infatti, un normale sistema di accumulo, funziona solo con la presenza della rete Pubblica esterna. Ne avevo già parlato in un precedente articolo: Clicca qui.

Ora, con il Gateway 2 con funzione backup non c’è più questo limite ed il tuo sistema di accumulo può alimentare la tua abitazione sfruttando l’energia delle batterie anche durante un blackout.

Dal punto di vista estetico, questa volta Tesla ha fatto un deciso passo in avanti. Il Gateway 2 è bello da vedere e si presenta esattamente come una batteria Powerwall 2, solo più piccola.

Se hai qualche domanda da farmi oppure se sei interessato al sistema Tesla per casa tua, puoi contattarci. Saremo felici di darti le risposte che cerchi. Ciao, alla prossima!!

Inizia la chat
Hai bisogno di aiuto?
Ciao, se hai bisogno di aiuto non esitare a scriverci!